Flussi d’ingresso stagionali 2014

03.04.2014

Flussi d’ingresso stagionali 2014, al via la precompilazione on line delle domande

L’applicativo disponibile dalle ore 9 del 4 aprile. L’invio delle domande sarà possibile dal giorno successivo alla pubblicazione del ‘decreto flussi’ sulla Gazzetta ufficiale. Quota massima di 15.000 ingressi di lavoratori non comunitari, tra stagionali e altre categorie.

Dalle ore 9 del 4 aprile è possibile precompilare le domande di nulla osta all’assunzione di lavoratori non comunitari per lavoro stagionale e altre tipologie per l’anno 2014. La procedura di compilazione dei moduli è interamente on line, accessibile da questo portale all’indirizzo web https://nullaostalavoro.interno.it/Ministero/index2.jsp.

L’invio delle domande, invece, sarà possibile, sempre on line, attraverso lo stesso applicativo, dalle ore 8 del giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta ufficiale del decreto del presidente del Consiglio dei ministri 12 marzo 2014 relativo alla ‘programmazione transitoria dei flussi d’ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro stagionale ed altre categorie nel territorio dello Stato per l’anno 2014’. Il decreto, già registrato alla Corte dei Conti, è in corso di pubblicazione sulla GU.

Tutte le informazioni sulla procedura di compilazione e sulle disposizioni del dpcm sono contenute nella circolare congiunta ministero dell’Interno-ministero del lavoro e Politiche sociali (circolare 3 aprile 2014, n.2458).

Il decreto flussi stagionali 2014 prevede una quota massima di ingressi in Italia di 15.000 lavoratori non comunitari residenti all’estero, per lavoro subordinato stagionale e altre categorie. I lavoratori ammessi saranno ripartiti tra le regioni e le province autonome dal ministero del Lavoro.

I Paesi di provenienza sono: Albania, Algeria, Bosnia-Herzegovina, Egitto, Repubblica delle Filippine, Gambia, Ghana, Giappone, India, Kosovo, Repubblica ex Jugoslava di Macedonia, Marocco, Mauritius, Moldavia, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Ucraina, Tunisia.

Dei 15.000 ingressi ammessi, il decreto ne riserva 3.000 per lavoratori non comunitari provenienti dagli stessi Paesi che siano entrati in Italia per prestare lavoro subordinato stagionale per almeno 2 anni consecutivi, e per i quali il datore di lavoro presenti richiesta di nulla osta pluriennale sempre per lavoro subordinato stagionale.



ANTICIPAZIONE QUOTA DI INGRESSO LAVORATORI NON COMUNITARI PER LAVORO NON STAGIONALE – ANNO 2014

A titolo di anticipazione della quota di ingresso di lavoratori non comunitari per motivi di lavoro non stagionale per il 2014, il provvedimento prevede che siano ammessi, in via di programmazione transitoria, 2.000 cittadini dei Paesi non comunitari che partecipano all’Esposizione Universale di Milano del 2015 (Paesi definiti in base all’accordo di sede tra il governo italiano e il Bureau International del Expositions dell’11 luglio 2012, ratificato con la legge n.3/2013).



http://www.interno.gov.it/mininterno/export/sites/default/it/sezioni/sala_stampa/notizie/immigrazione/2014_04_03_precompilazione_domande_stagionali_2014.html