Nuovo passaporto Europeo delle competenze

Il nuovo passaporto europeo delle competenze nel settore dell’accoglienza: il biglietto da visita per un nuovo lavoro?

Il portale EURES mette a disposizione un nuovo strumento che consente ai candidati alla ricerca di un impiego di specificare le competenze acquisite (in un settore specifico), semplificando la ricerca del candidato ideale da parte dei datori di lavoro. È appena stato lanciato il passaporto delle competenze per i settori dell’accoglienza e del turismo, cui ne seguiranno altri a breve.

Il settore dell’accoglienza è per sua natura un ambiente in cui l’esperienza internazionale, le competenze linguistiche e la mobilità hanno una notevole importanza. Per i candidati alla ricerca di un impiego, tuttavia, può essere difficile spiegare e dimostrare ai datori di lavoro le caratteristiche di un ruolo specifico svolto in un altro paese. Dal canto loro, i datori di lavoro hanno difficoltà a comprendere le effettive competenze di un potenziale collaboratore solamente esaminandone il CV. Il passaporto europeo delle competenze nel settore dell’accoglienza offre una soluzione efficace e semplice a questi problemi.

Favorire la mobilità dei candidati alla ricerca di un impiego
Con questo nuovo strumento multilingue, disponibile sul portale EURES, i candidati alla ricerca di un impiego possono creare il proprio passaporto delle competenze selezionando le competenze acquisite da un apposito elenco – per esempio, cucina, accoglienza degli ospiti oppure organizzazione del trasporto in taxi. Ciascuna competenza deve essere associata alle reali esperienze lavorative o formative acquisite, e può essere confermata dai precedenti datori di lavoro o mediante diplomi.

Le competenze selezionate vengono automaticamente tradotte nelle lingue europee desiderate. I candidati che aggiungono il passaporto delle competenze al loro CV possono essere certi che i datori di lavoro comprenderanno esattamente le mansioni svolte e gli insegnamenti acquisiti nel corso delle precedenti esperienze di lavoro o di formazione.

Aiutare i datori di lavoro a trovare collaboratori qualificati
Indicando le competenze che stanno cercando, i datori di lavoro otterranno una selezione filtrata di passaporti delle competenze e CV idonei provenienti da tutta Europa, comprendente un elenco estremamente vario di candidati che soddisfano al meglio i requisiti indicati nella descrizione del lavoro.

A loro volta, i datori di lavoro che apprezzano il lavoro svolto dai loro collaboratori possono confermare le competenze che essi hanno acquisito alle loro dipendenze per contribuire ad aumentare le loro possibilità sul mercato del lavoro. Il passaporto delle competenze nel settore dell’accoglienza costituisce, pertanto, una versione moderna della lettera di presentazione – semplice, online e con un ventaglio di utilizzi molto più ampio.

Il passaporto delle competenze è un’iniziativa promossa da EURES e dalla Commissione europea in associazione con HOTREC, l’associazione centrale che rappresenta alberghi, ristoranti, bar e strutture simili in Europa, e la Federazione sindacale europea degli addetti dell’Agricoltura, dell’Alimentazione e del Turismo (EFFAT).

Per maggiori informazioni e approfondimenti: Nuovo passaporto Europeo delle competenze nel settore dell’accoglienza